Hai sempre desiderato intraprendere una carriera come freelance ma non sai da dove cominciare?

Ecco i 3 consigli pratici, basati su tre tecniche psicologiche, per essere in grado di partire immediatamente.

Successivamente ti svelerò anche il mio segreto per sconfiggere quei 2 nemici che non sai ancora di avere, ma da cui dovrai guardarti le spalle per tutta la tua carriera da freelance.

 

1. Inizia subito!

 

Il coraggio di diventare freelance - the freelancer island-coworking creativo milano isola- 0 (2)

 

Il momento perfetto non esiste, e aspettarlo è pura e semplice procrastinazione. Non ci saranno mai le condizioni perfette e tu non ti sentirai mai abbastanza pronto. 

L’autrice americana Mel Robbins sostiene l’esistenza della five seconds rule (la regola dei cinque secondi). Questa regola afferma che la nostra mente ha la tendenza ad eliminare tutti quei compiti e quelle attività che dobbiamo fare e per cui non prendiamo azione entro 5 secondi.

Che questo sia vero o no ci rimanda ha un aspetto molto importante, il miglior modo per incominciare un progetto è di non aspettare. Si deve incominciare ancor prima di sentirsi pronti, portandosi dietro dubbi e insicurezze.

 

2. Mantieni lo sforzo sul lungo periodo

Fatto il primo passo, bisogna mantenere questo sforzo sul lungo periodo

Non basta essere super produttivi per un giorno se quello dopo si crolla e non si è più motivati. L’importante è trovare un sistema che ci permetta di mantenere una costanza di sforzo sul lungo periodo. Assegnati uno slot da dedicare tutti i giorni alla costruzione della tua attività

Usa la tecnica 90, 90, 1, per cui il primo 90 sta per 90 minuti il secondo per 90 giorni e l’1 sta per un solo compito. Non trovare scuse, devi importi di farlo e basta.

 

3. Visualizza gli obiettivi

 

Il coraggio di diventare freelance - the freelancer island-coworking creativo milano isola- 0 (3)

 

Imposta sette minuti su di un timer, chiudi gli occhi e visualizza quello che è il tuo obiettivo. Perché hai deciso di diventare freelance? Qual è il sogno? Quale aspirazione c’è dietro?

Visualizza ogni dettaglio. Cerca di capire esattamente dove vuoi andare e che vita hai intenzione di fare. Devi essere il più specifico possibile. Pensa esattamente a dove lavorerai, che tipo di lavori farai, a quali sono i progetti ti occuperai, qual è il tuo cliente ideale, che tipo di vita vuoi fare, quanto tempo libero vuoi e immagina alle sensazioni che proverai una volta arrivato lì.

Una volta visualizzato in ogni dettaglio cosa vuoi fare e perché, deve diventare la tua motivazione quotidiana. Il miglior modo per farlo è scrivere il tutto su di un foglio e attaccarlo nel punto più visibile dello spazio che più frequenti. In pratica dovrà essere sotto i tuoi occhi tutti i giorni. Ti deve ricordare perché lo stai facendo, e prima di iniziare a lavorare rileggi quel foglio.

Ricapitolando

  • Iniziare subito, non aspettare
  • Mantenere lo sforzo sul lungo periodo, assicurati di avere sempre 90 minuti per tre mesi per dedicarti alla costruzione della tua attività
  • Visualizzare i tuoi obiettivi e ricordateli ogni giorno.
 

I Nemici

Non se ne parla quasi mai, ma dietro ogni freelance ci sono sempre due infimi sabotatori. Sfortunatamente non c’è modo di sconfiggere definitivamente queste due entità, e sarai costretto a conviverci per sempre

Questi nemici sono due:

  • procrastinazione
  • perfezionismo.

Dal momento che non è possibile sconfiggerli, l’unica cosa che ti resta da fare è imparare a conviverci. Per fortuna esistono due protocolli che si possono impiegare per riuscire a tenerli a bada.

1. Disciplina ferrea

L’unico modo per battere la procrastinazione è fare qualcosa. 

L’immagine che solitamente si ha del libero professionista è quella di uno che si sveglia a mezzogiorno, prende il portatile, si sdraia in spiaggia e manda quattro email mentre si sorseggia un cocktail.

Non è così!

La vita di un freelance si basa sulla disciplina. Per questo motivo è importante seguire la regola dei 90 minuti per tre mesi tutti i giorni. Non si tratta di opzione facoltativa. Ogni giorno ti presenti alla tua scrivania e lavori, come se dovessi timbrare il cartellino. Niente scuse. Questo è l’unico modo per forzare la nostra mente ad agire. 

 

2. Le consegne sacre

 

 

Per battere il perfezionismo, l’unico modo è vincolarlo al tempo. Con questo intendo imponiti delle consegne che per te saranno sacre.

Stabilito il tempo di consegna, che dovrà essere preciso al minuto, quello dovrà essere assolutamente rispettato. 

Ma il cane mi ha mangiato il progetto! La / il fidanzata/o mi ha lasciato! C’è stato il terremoto! Non ci sono scuse. Consegni lo stesso quello che hai. 

Questo ha 3 vantaggi.

1. Ti renderà più efficiente per il prossimo progetto

2. Imparerai a pianificare meglio

3. Ti renderai conto che quell’extra che non sei riuscito a portare a termine alla fin fine non era poi così importante. E così avrai smascherato quel subdolo perfezionismo. Ricordati sempre che le cose fatte battono sempre quelle perfette.

Ricapitolando

  • Nemico numero 1: procrastinazione
  • Nemico numero 2: perfezionismo
  • Antidoto per la procrastinazione: 
    disciplina ferrea sul lavoro
  • Antidoto per il perfezionismo:
    consegne sacre, far sì che saremo pronti esattamente per l’ora e la data pattuita
 

Conclusioni

Come avrai notato la strada per diventare freelance è lunga e tortuosa. Ma se seguirai questi consigli e non ti arrenderai ai primi ostacoli (e ce ne saranno), ti assicuro che ne varrà la pena.

Adesso il timone passa a te, a me non resta che augurarti buona fortuna.

Offerte, sconti e notizie sul coworking + consigli e tecniche per essere più produttivo

[[[["field8","equal_to","Postazione Coworking"]],[["show_fields","field9"],["hide_fields","field13,field14,field12,field11"],["show_fields","field17,field18"],["hide_fields","field20,field19"]],"and"],[[["field8","equal_to","Sala Team"]],[["show_fields","field10"],["hide_fields","field13,field14,field12,field11"],["show_fields","field17,field18"],["hide_fields","field20,field19"]],"and"],[[["field8","equal_to","Sala Riunioni"]],[["show_fields","field11"],["show_fields","field17,field18"],["hide_fields","field20,field19"]],"and"],[[["field11","equal_to","Base"]],[["show_fields","field12"],["show_fields","field17,field18"],["hide_fields","field20,field19"]],"and"],[[["field11","equal_to","Presentazione"]],[["show_fields","field14"],["show_fields","field17,field18"],["hide_fields","field20,field19"]],"and"],[[["field11","equal_to","Workshop"]],[["show_fields","field13"],["show_fields","field20,field19"]],"and"],[[["field11","not_equal_to","Workshop"]],[["show_fields","field17,field18"],["hide_fields","field20,field19"]],"and"]]
1 Step 1
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right

© 2019 The Freelancer’s Island | P.IVA: 09483060969  | Privacy Policy

A project made with by Dario Albini and his Atabaliba Studio